RELAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO 2015

!

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO 28 MARZO 2015

Il 2014 è stato un anno di "equilibrio" per la Vivi Vejo, cioè, il Consiglio Direttivo ha cercato di concentrarsi sui progetti già esistenti ed eventualmente ampliarli e miglio- rarli. Abbiamo continuato il lavoro di segnalazione e comunicazione con i rappresen- tanti amministrativi istituzionali, in particolare con il Municipio Roma XV, dai quali avremmo sperato in risposte più costruttive. Sono sempre numerose le segnalazioni che riceviamo, come Associazione attiva sul territorio di Roma Nord relative a bar- riere architettoniche (Roma ne è piena ovunque), degrado, mancanza di raccolta rifiu- ti, sprechi, e così via. Nel nostro piccolo cerchiamo di darci da fare per dare una mano sia ai cittadini, che si trovano in una situazione di disagio, che ai nostri ammin- istratori che, non riescono ad essere presenti dappertutto.

A seguito del Progetto Integrazione, che è nato grazie ad un Protocollo di Intesa con l'Istituto Comprensivo Soglian e Amaldi, la Vivi Vejo si è mossa tempestivamente per cercare di far partire le lezioni di italiano ai bambini stranieri dall'inizio dell'anno. Lo scorso anno noi eravamo pronti dall'inizio dell'anno scolastico ma la scuola, che non riesce ad organizzarsi a causa di molti motivi, i principali dei quali sono la caren- za di fondi e il limitato organico di personale, aveva dato il via alle lezioni quando ormai l'anno scolastico era bene avanzato.

Nel 2014 si è partiti con un incontro tra volontari della Vivi Vejo e docenti dell'Istitu- to comprensivo tenutosi il 21 ottobre scorso. L'incontro, ben organizzato, ha eviden- ziato che i bambini da seguire erano 60, quindi più del doppio dell'anno precedente, mentre i volontari sono diminuiti numericamente, ma nonostante questa situazione si è dato subito il via alle lezioni durante l'orario scolastico curricolare. La buona ges- tione del Progetto da parte della Coordinatrice Simonetta Fabro ha fatto sì che tutte le lezioni sono state ben coordinate e gli allievi hanno potuto ricevere l'attenzione dovu- ta a bambini che non solo si trovano in un paese straniero del quale in molti casi non conoscono la lingua, ma devono affrontare il problema di integrarsi con i coetanei, seguire le lezioni, fare i compiti e capire questa cultura per molti di loro così sconosciuta.

Nell'ambito del Protocollo di Intesa col suddetto Istituto Comprensivo, la Vivi Vejo ha dato anche la disponibilità dei propri volontari per insegnare italiano ai genitori dei bambini immigrati in un corso serale, ma la scuola non è ancora pronta per dare il via a questi corsi per motivi organizzativi. Noi siamo pronti. Abbiamo notiziache il altre

scuole della zona questo problema esiste ma non viene affrontato.
Il 5 giugno la Vivi Vejo ha collaborato con l'Istituto Comprensivo Soglian Amaldi per organizzare l'inaugurazione del Biblio Point, una piccola biblioteca comunale situata sul terreno del plesso Amaldi a La Cerquetta, in un edificio originalmente nato come casa del custode ma mai utilizzata a tale scopo. In quell'occasione abbiamo montato un gazebo per promuovere la lettura e abbiamo regalato moltissimi libri, in varie lingue, ai ragazzi presenti. I volontari della Vivi Vejo sono pronti e disponibili per tenere aperta la biblioteca il giovedì pomeriggio dopo l'orario scolastico ma purtroppo la Dirigente Scolastica, Dottoressa Anna D'Auria, ci ha informati questo mese che l'apertura del Biblio Point è bloccata da problemi burocratici che non conosciamo e che sono nelle mani del Dipartimento. Stiamo cercando di dare una mano sensibiliz- zando Consiglieri e rappresentanti delle Istituzioni di Roma Capitale perché l'iniziativa possa essere avviata al più presto.
Il Biblio Point rappresenta l'unica biblioteca (connessa a Biblioteche di Roma) es- istente nella parte nord della Cassia.
Con il
Progetto Solidarietà, molti di voi sanno che lo scorso anno abbiamo seguito una famiglia composta da un figlio cinquantenne e dalla madre ottantenne che vive- vano da un anno nella loro automobile a causa di perdita di lavoro, fallimento e sfrat- to. La Vivi Vejo ha finanziato una camera d'albergo per alloggiarli durante il periodo di Natale e ha seguito la situazione anche dopo, per lunghi mesi, aiutando la coppia a trovare casa e poi segnalando la situazione alle autorità competenti del loro Comune di residenza. Purtroppo l'anziana madre, già cardiopatica, è mancata durante l'estate. Nel 2014 abbiamo anche aiutato una signora senza impiego ed in precarie situazioni di salute a trovare un lavoro presso una scuola.
Per gli aiuti alimentari la signora Dolores Cunningham svolge sempre un ottimo la- voro di coordinamento insieme alla Caritas di La Storta per organizzare le raccolte di viveri al supermercato Conad. Lo scorso anno sono stati raccolti 77 scatoloni di cibo che sono stati distribuiti tra La Storta e Prima Porta in aiuto alle famiglie di allu- vionati. Anche quest'anno abbiamo ripetuto la raccolta il 1 marzo raccogliendo 88 scatoloni.
Nel mese di novembre abbiamo fatto una visita alla clinica psichiatrica Samadi in Via di Grottarossa e il Cappellano ci ha chiesto di fare un po' di volontariato e di fare qualche visita ai residenti che soffrono di depressione. L'idea è di dare il via ad un corso di danza tenuto dalla signora Dolores Cunningham. Il corso non è ancora inizia- to a causa di un infortunio subito dalla signora.
Con il
Progetto Diamoci una Mano durante l'anno scolastico 2014 sono stati orga- nizzati vari incontri presso l'American Overseas School of Rome, il St George's British International School e il Convitto Nazionale, l'unica scuola italiana che ha aderito a questo progetto. Non hanno partecipato attivamente al volontariato i ragazzi del Convitto ma dal mese di settembre è stato chiarito, con il Coordinatore dei volontari 

, Professor Villani, che da quest'anno saranno inseriti nel progetto solo i

ragazzi interessati ad accompagnare persone non vedenti. Il Signor Carlo De Angelis, Socio Onorario della Vivi Vejo ha tenuto gli incontri con i ragazzi lo scorso anno. Il 10 dicembre 2014 abbiamo organizzato un addestramento per volontari adulti presso una sala della Parrocchia di SS Pietro e Paolo e in questa occasione abbiamo presen- tato persone con tipologie diverse di disabilità visive. Hanno tenuto l'incontro il sig. Carlo De Angelis, la Signora Rosanna D'Amato e il Sig. Matteo Salandri, recente- mente eletto Presidente della Consulta per le Disabilità al Municipio Roma XV. In questa occasione circa 18 nuovi volontari adulti sono stati addestrati per accompa- gnare persone non vedenti. La Signora Tonia Buonocore, coordinatrice del Progetto Diamoci una Mano e vincitrice del Premio Vivi Vejo lo scorso anno, continua a svol- gere un ottimo lavoro di coordinamento tra volontari e assistiti, fornendo accompag- namenti per i non vedenti che desiderano andare al Cinema e al teatro con audio de- scrizione.

Lo scorso anno nel mese di marzo abbiamo pubblicato, con la Casa Editrice Archeoares, 1.000 libri che raccolgono i temi dei vincitori di due dei nostri concorsi letterari con l'intenzione di raccogliere fondi. Abbiamo ancora tanti libri in vendita e possono rappresentare un bel pensiero da fare come regalo e sono disponibili per tutti.

Il Progetto "Ama Vivi Vejo", sempre molto ben coordinato da Mario Tarantino, non ha organizzato giornate ecologiche lo scorso anno ma è stato molto attivo, insieme ai tecnici dell'AMA, con le conferenze nelle varie scuole sul tema della raccolta dif- ferenziata e sull'ambiente utilizzando materiale visivo come filmati e brochures. I ragazzi sono sempre molto ricettivi e portano l'argomento a conoscenza delle famiglie, come ci hanno dimostrato più volte. Il progetto era stato sospeso per qualche mese ed è stato ha ripreso quest'anno, dopo l'incontro all'inizio di febbraio con il Presidente di AMA Roma, Fortini. A questo incontro hanno partecipato la Pres- idente e il Vice Presidente di Vivi Vejo accompagnati dalla Presidente del Consiglio Municipale Luigina Chirizzi. La prima giornata ecologica si è tenuta il 1 marzo. Ne è programmata una seconda, per ripulire la zona La Storta il 19 aprile alle 15. Nell'ambito di questo progetto stiamo pensando anche di comprare piante e fiori per abbellire la piazzetta del centro.

Sempre in linea con il tema dettato dall'Unione Europea il Concorso Letterario è stato bandito e divulgato in molte scuole di Roma Nord. Vogliamo tenere alta l'impo- rtanza della letteratura e dare ai ragazzi l'opportunità di misurarsi con altri giovani di altre scuole. Riscontriamo, purtroppo, una scarsa risposta in termini di partecipazione da parte degli istituti della scuola pubblica. Lo scorso anno abbiamo attribuito 36 premi per ogni concorso letterario, italiano e inglese, ma quest'anno, per contenere le spese ed in considerazione di una partecipazione più ridotta, i premi saranno 24.

!
Come lo scorso anno, l'Associazione Pro Olgiata, conferirà il Premio Josca, in ricordo

del giornalista che era stato Presidente del concorso Letterario indetto, in passato, dal- la Pro Olgiata. Lo scorso anno questo premio è stato assegnato ad una classe della scuola Elementare. Nella stessa occasione è indetto il Concorso Artistico, con l'obiet- tivo di dare all'arte e all'espressione artistica dei giovani quel giusto spazio che purtroppo tende a scemare sempre più nelle scuole italiane.

Lo scorso anno la Vivi Vejo ha partecipato alla Maratona di Roma ma senza la pre- senza di un tavolo al Marathon Village come aveva già fatto in passato e ha ripetuto quest'anno. Questa è un'occasione per raccogliere fondi e avere visibilità sul territo- rio insieme alle altre onlus. All'interno della Maratona di Roma è stata creata la Rete del Dono dove chiunque può fare una donazione a favore del Progetto "Diamoci una Mano".

Prima di Natale, grazie alla disponibilità della scuola Pianeta Studi, la Vivi Vejo ha dato il via ai corsi gratuiti di informatica per persone della terza età. I corsi sono tenuti dalla signora Annalisa Cogliati Dezza. Si sono iscritti una ventina di persone e il corso continua tutt'ora. La Scuola che ci ospita ha anche messo a disposizione dei computer e gli Scouts di La Storta collaborano attivamente a questo progetto.

Lo scorso anno abbiamo avuto parecchie uscite finanziarie per: le spese tra la tipografia per stampare il magazine;

i buoni benzina per 1.200 Euro;
la stampa dei libri raccolta temi;
l'Assicurazione stipulata con la Società Zurigo per coprire le responsabilità per i volontari nelle loro attività ed in particolare per l'accompagnamento dei non vedenti;
i premi dei concorsi;
la stampa di nuove brochures.

Per monitorizzare le attività, per le necessità connesse alla copertura assicurativa, la Responsabile dei Progetti Giuliana Converti ha redatto un Registro di tutti i volontari che svolgono attività per l'Associazione.

Nel mese di agosto la Presidente e la Segretaria sono state invitate dal Vice Presidente del Municipio Alessandro Cozza al quale hanno presentato la proposta di portare l'audio descrizione ad un teatro del Municipio Roma XV, o al Teatro Cassia o allo Stabile del Giallo. Nella stessa occasione la Presidente ha ancora una volta sollevato il problema della necessità di avere una sede adeguata a tenere incontri di ascolto, raccolte di viveri ed indumenti, corsi di italiano per stranieri, eccetera. La casa can- toniera che già l'anno prima era stata proposta alla Vivi Vejo, con un contratto inac- cettabile, è stata oggetto di discussione. In questa sede la Presidente e la Segretaria

!
sono venute a conoscenza che questa casa era oggetto di trattativa tra il Municipio e

L'Olgiata Verde per darla alla Croce Rossa, senza mai informare la Vivi Vejo che da anni la stava chiedendo.
Di questi argomenti, nonostante le sollecitazioni della Presidente, non se ne è più par- lato. L'Assessore Cozza, durante quell'incontro, ha ribadito che la Vivi Vejo potrebbe dividere la casa con la Croce Rossa ma non ha fatto nulla per far sì che questo ac- cadesse.

Durante quell'incontro la Presidente ha anche illustrato il grande problema della man- cata realizzazione di una strada che connetta via Conti a Via Tieri ora che la Parroc- chia dell'Olgiata con la sua attività contribuisce ad appesantire i problemi del traffico su ruote.

Il 20 novembre l'Associazione Noi e Loro ha invitato la Vivi Vejo a partecipare con un tavolo di rappresentanza al mercatino di Natale presso il Castello dell'Olgiata. La Vivi Vejo ha condiviso il tavolo con la Mitocon onlus.
L'unica fonte di fondi per la Vvivi Vejo sono le quote associative che rimangono da sempre 40,00 Euro all'anno e qualche piccola raccolta fondi attraverso il Welcome Neighbor Rome.

Il 27 gennaio di quest'anno il Consiglio Direttivo ha cooptato un nuovo membro nel Direttivo per organizzare gli eventi della Vivi Vejo finalizzati alla raccolta fondi.


Come associarsi?

La quota annuale è di Euro 40,00.

Potete scaricare il modulo di iscrizione ed inviarlo a: info@vivivejo.org
e sarete contattati appena possibile

Modulo di Iscrizione:
Socio Sostenitore

Modulo di Iscrizione:
Socio Ordinario